sabato 5 maggio 2018

Uova e colesterolo, un mito da sfatare


Quanti di voi che soffrono di colesterolo alto evitano di mangiare le uova, oppure separano il tuorlo e mangiano solo l’albume?

È vero che un uovo di medie dimensione contiene circa 200 mg di colesterolo, concentrato principalmente nel tuorlo, ma la bella notizia è che il colesterolo negli alimenti ha poca influenza sul colesterolo ematico.


Il colesterolo infatti è di produzione endogena ed è essenziale per vari processi corporei, come nell'isolamento delle cellule nervose nel cervello, nella struttura delle membrane cellulari o nella produzione degli ormoni sessuali.

Dunque fornendo colesterolo con gli alimenti, l’organismo si sente già “sazio” di colesterolo e diminuisce la produzione endogena. Al contrario una dieta senza colesterolo può essere controproducente, in quanto l’organismo impara sempre meglio a produrlo autonomamente per le sue funzioni, alzando così i livelli di colesterolo nel sangue.

Ecco perché chi è magro e segue diete troppo light può avere paradossalmente il colesterolo alto. Da non sottovalutare però anche la componente ereditaria.
Dunque anche chi ha il colesterolo alto può non privarsi di un alimento nobile come le uova, ricchissime di proteine e nutrienti, tra cui anche grassi insaturi benefici. Quello a cui dobbiamo davvero stare attenti sono i grassi vegetali idrogenati (es. margarine), presenti in vari alimenti. Per cui leggete sempre le etichette ed evitateli. 

Nessun commento:

Posta un commento